Curcuma e miele: potente antibiotico naturale contro freddo e mal di gola

By on 21 novembre 2014
curcuma ricette

Molti di noi conoscono alla perfezione la curcuma e le sue innumerevoli proprietà. Abbiamo visto come possa essere utilizzata per combattere i dolori e l’artrite, come sia capace di curare e prevenire il diabete. Abbiamo anche visto il Golden Milk, un’importante ricetta utile a combattere i dolori muscolari e il mal di gola, grazie all’azione antinfiammatoria della curcumina.

Pochi, però, conoscono il potere della curcuma abbinata al miele.

Il miele è da sempre considerato un antibiotico naturale. Se associato alla cannella, poi, può avere numerosi effetti benefici, utili per combattere, ad esempio: artrite, raffreddore e mal di gola.

Cosa possiamo ricavare allora, unendo il potere antibiotico del miele a quello antinfiammatorio della curcuma?

La prima cosa che possiamo dire è che questo mix genera un potente antibiotico naturale che non solo distrugge i batteri che causano le più comuni malattie, ma favorisce anche le difese naturali del nostro organismo.

A differenza dei comuni antibiotici sintetici, questa sorta di farmaco naturale non ha alcun effetto negativo sulla microflora intestinale.

curcuma e miele

La curcuma, lo ricordiamo, contiene un potentissimo principio attivo che prende il nome di curcumina, capace di raggiungere più di 150 potenziali attività terapeutiche, tra cui le proprietà antiossidanti, anti-infiammatorie e anti-cancro. Il consumo di curcuma e miele migliora significativamente la digestione e aumenta l’attività della flora intestinale.

Nella medicina Ayurvedica è uno dei più utilizzati rimedi tradizionali utili per combattere il freddo. Ai primi sintomi di mal di gola o malattie da raffreddamento, potreste decidere di ricorrere a questo “miele d’oro”. Una volta preparata la miscela, potrete conservarla tre giorni, il tempo necessario per veder sparire i sintomi del vostro malessere.

Per realizzarla vi servono semplicemente: 100 grammi di miele e 1 cucchiaio di curcuma in polvere. Mescolate bene i due ingredienti e conservateli in un barattolo.

Ai primi segni di raffreddamento, prendete: durante il primo giorno mezzo cucchiaino della miscela ogni ora; durante il secondo giorno ogni due ore e durante il terzo giorno la stessa dose, solo tre volte al giorno.

Potete aggiungere questa miscela nel tè o in altre bevande calde.

La curcuma fluidifica il sangue e riduce la pressione sanguigna. Da prestare attenzione se si soffre di diabete.

In caso di gravi malattie epatiche o alle vie biliari, inoltre, è sempre meglio evitare il fai da te e rivolgersi a uno specialista.

Se questo rimedio viene assunto prima dei pasti, agisce sull’apparato digerente. Durante i pasti, su quello respiratorio.

L’alternativa

Esiste anche un’alternativa molto interessante a questa ricetta che vede l’aggiunta di zenzero, pepe e una spruzzata di limone.

Ecco gli ingredienti:

  • 120 grammi di miele
  • 2 cucchiai di zenzero grattugiato
  • 2 cucchiaini curcuma in polvere
  • 1 limone
  • pepe nero un pizzico

Mescolate tutti gli ingredienti e conservate.

Questa alternativa unisce al potere antinfiammatorio e antiossidante della curcuma, quello dello zenzero che disintossica, aiuta la digestione e combatte i dolori articolari. Il pepe serve poi per aumentare la biodisponibilità della curcumina, come abbiamo visto in un nostro precedente articolo.

Anche in questo caso, la soluzione può essere consumata sciolta in una bevanda calda a piacere.

(Foto in evidenza: withfoodandlove; foto interna: bestherbalhealth)

loading...

72 Comments

  1. Luca

    26 novembre 2014 at 13:59

    Peccato solo che il miele è prodotto con crudeltà verso le api. Inoltre non ha alcun potere nutritivo, è solo zucchero. Meglio rivolgersi ad alimenti cruelty free come sciroppo d’acero, melasse varie, sciroppo di riso, fruttosio.

    • Gio

      27 novembre 2014 at 11:56

      Caro Luca, non c’è assolutamente nessuna crudeltà nell’allevare api! Anzi! Io mi prendo cura di loro con trattamenti e cibo! Inoltre il miele non é “solo zucchero”.. Il miele è fatto principalmente di glucosio, fruttosio, acqua e polline quindi non ci sono zuccheri “cattivi” e è pieno di oligoelementi, vitamine, sostanze battericide ed antibiotiche.. E qui mi fermo perchè potrei continuare all’infinito!

      • alessio

        29 dicembre 2014 at 17:20

        Lo zucchero è zucchero, non esiste buono o cattivo ma lo diventa in base a quanto e quando lo mangiamo.

        • Francesco

          19 aprile 2015 at 09:53

          Gli zuccheri non sono tutti uguali. Il saccarosio per esempio è veleno allo stato puro. È la causa primaria a moltissime malattie. Mentre il miele invece a parte le calorie non ha nessuna controindicazione. È ricco di oligoelementi, vitamine, antiossidanti, sali minerali rari ecc ecc

      • Rosy

        25 ottobre 2015 at 14:47

        Ci sono, é vero, apicoltori disonesti, come in qualsiasi altro settore (chi coltiva soia OGM o sfrutta la manodopera dei paesi in via di sviluppo usando i peggiori pesticidi e diserbanti é ugualmente un criminale), ma in molti casi l’apicultura é fatta in armonia con la natura, soprattutto i piccoli produttori, quelli che hanno scelto la via Bio. Non dimentichiamoci che api e uomo convivono da millenni, con reciproco rispetto e gratitudine.

    • Fran

      28 ottobre 2015 at 15:52

      Sono vegana e condivido l’avversita’. Ma che il miele non abbia proprieta’ nutritive e sia solo zucchero non e’ assolutamente vero. Il miele ha di fatto proprieta’ nutritive, rafforzanti del sistema immunitario e antibatteriche. Che poi vada contro certi principi etici, e’ tutt’altro discorso.

  2. adriana

    30 novembre 2014 at 22:04

    vorrei sapere se c’è qualche cura x le emorroidi,ho visto che la curcuma ha un sacco di privilegi,è fa bene anche per l’artrosi(vorrei fare una cura anche per questa) mi potete consigliare,grazie mille,adriana

    • ludo

      3 febbraio 2016 at 07:41

      adriana, usa l’amaro svedese, puoi trovarlo in erboristeria. imbevi un po di cotone e tampona la parte interessata. sollievo dopo il bruciore quasi istantaneo.

  3. Chiara

    9 dicembre 2014 at 15:30

    Molto interessante, ma lo posso dare anche al mio bimbo di 2 anni e mezzo ? è raffreddato e voorei evitare medicine
    grazie

    • admin

      10 dicembre 2014 at 10:34

      Ciao Chiara, viene sconsigliata l’assunzione di curcuma nei bambini con età inferiore ai 3 anni, come per molte altre spezie. Dovresti provare a sentire il pediatra, oppure prova in una farmacia omeopatica, spesso forniscono ottimi consigli anche alternativi.

  4. Peppe

    12 dicembre 2014 at 16:34

    In che modo và consumata questa curcuma e miele?
    Basta mischiare un cucchiaio di miele e uno di curcuma e mandarlo giù così o in che modo?

  5. Linda

    12 dicembre 2014 at 19:44

    Il miele se sciolto in acqua o bevanda calda perde tutte le sue proprietà organolettiche e rimane zucchero! A scopo curativo e nutritivo se consumato freddo va bene, caldo non vale più niente!

    • Gianfranco

      3 febbraio 2015 at 20:38

      e’vero solamente se si superano 40°C. stessa temperatua, superata la quale muoiono i fermenti lattici e non

  6. Gabry

    14 dicembre 2014 at 13:14

    ma nella seconda ricetta per 1 limone si intende il succo o anche la scorza?

  7. Marta

    15 dicembre 2014 at 15:06

    Ciao Adriana,
    per le emorroidi è molto efficace l’Aloe Vera. Io uso il gel concentrato della LR e con quello faccio delle supposte con la pellicola alimentare che poi avvolgo e metto in freezer ad indurire. Dopo basterà togliere la pellicola ed usarla! Questo può farlo anche in caso di irritazione vaginale. Le assicuro che funziona!

  8. luky

    18 dicembre 2014 at 19:29

    a proposito della posologia. … ogni ora, ma per quante volte?

    • Agnese Tondelli

      19 dicembre 2014 at 13:57

      Ciao Luky, il composto va assunto durante l’arco della giornata. Approssimativamente, il primo giorno per un massimo di 10 volte, il secondo di 6 e il terzo 3 volte

  9. johnny guitar

    22 dicembre 2014 at 10:29

  10. giancarlo

    27 dicembre 2014 at 19:44

    “La curcuma, inoltre, non dovrebbe essere assunta in caso di malattie epatiche o alle vie biliari.”

    Potete essere più precisi? in molti siti e mi pare anche nel vostro consigliate la curcuma per il fegato…

    • Agnese Tondelli

      29 dicembre 2014 at 12:06

      Ciao Giancarlo, l’utilizzo spontaneo di preparati coleretici e colagoghi a base di curcuma, che possono andare bene per la cura di lievi malattie epatiche, risulta controindicato invece in caso di gravi malattie epatiche, come colangite sclerosante, presenza di litiasi biliare o altre cause di ostruzione delle vie biliari. In simili circostanze, l’assunzione della curcuma come rimedio naturale è controindicata perché deve avvenire solo su diretto consiglio medico e sotto supervisione medica. Abbiamo comunque corretto il periodo all’interno dell’articolo per evitare fraintendimenti. Grazie per la segnalazione.

  11. Cheyenne

    30 dicembre 2014 at 19:27

    Salve,
    complimenti per il blog.
    Vorrei sapere se è possibile utilizzare la curcuma fresca al posto di quella in polvere e se si in che quantità.
    Grazie,
    Cheyenne Curatola

    • admin

      2 gennaio 2015 at 18:46

      Salve Cheyenne, certo che si. E’ molto più intenso il sapore di quella fresca. Abbiamo fatto recentemente una prova e considerando il sapore ne abbiamo ridotto la dose a metà.

    • admin

      2 gennaio 2015 at 18:46

      Salve Cheyenne, certo che si. E’ molto più intenso il sapore di quella fresca. Abbiamo fatto recentemente una prova e considerando il sapore ne abbiamo ridotto la dose a metà.

      • Cheyenne

        2 gennaio 2015 at 18:52

        Grazie mille.

  12. Roberto

    30 dicembre 2014 at 21:31

    Salve, una domanda stupida visto che siamo un due ho messo doppie dosi in un solo barattolo. Va bene lo stesso??

    • admin

      2 gennaio 2015 at 18:47

      Certo che si.

  13. marina

    1 gennaio 2015 at 11:30

    Ciao, stamani ho provato la ricetta alternativa con anche zenzero, limone e pepe. Anche questo preparato dura solo 3 giorni? Non ho problemi particolari in questo momento e ne ho utilizzato un cucchiaino sciolto nel latte di riso e mandorle a colazione e vorrei continuare ad utilizzarlo sempre a colazione. Ha senso? Grazie e saluti

  14. Vera

    2 gennaio 2015 at 19:14

    Salve! Ho un tunore nella zona sotto lo zigomo fino al naso e mi hanno detto che può essere utile ma ho la pressione un po’bassa. Grazie in anticipo

  15. Antonella

    8 gennaio 2015 at 08:22

    Dove posso ttrovare la curcuma fresca?

    • admin

      8 gennaio 2015 at 09:53

      In qualche negozio di prodotti biologici, recentemente sono riuscita a trovarla.

  16. Michele

    13 gennaio 2015 at 10:36

    Buongiorno, ho provato la vostra “ricetta” di curcuma e miele e sembra stia funzionando, solo che ancora ho un pò di mal di gola, posso ripetere subito un ciclo di tre giorni? O ci sono dei limiti si assunzione? Grazie!

  17. giuseppe

    22 gennaio 2015 at 17:38

    Desidero ulteriori info grazie

  18. alice

    2 febbraio 2015 at 17:49

    Puo´ essere assunto in gravidanza?

    • admin

      3 febbraio 2015 at 10:37

      Ciao Alice, le spezie in genere sono un tasto dolente in gravidanza. La Curcuma non da nessun effetto indesiderato e non è teratogeno in questo caso, ma le informazioni presente in rete sono discordanti, per sicurezza prova a sentire la tua ginecologa che può aiutarti nel modo più corretto.

  19. Enrico

    3 febbraio 2015 at 14:34

    Ne’la parte iniziale dite che serve anche a curare il diabete, in fondo dite di stare attenti se si è diabetici.potreste essere più chiari ?
    io sono diabetico senza pancreas insulina dipendente. Potrei utilizzare comunque la miscela?
    Grazie per una risposta.
    Enrico

    • Agnese Tondelli

      4 febbraio 2015 at 11:17

      Ciao Enrico, nella parte iniziale dell’articolo, ci riferiamo alla sola curcuma. Nella parte finale, invece, al composto contenente miele, ed è proprio per la presenza del miele che suggeriamo di prestare attenzione se si è diabetici, soprattutto considerata la frequenza con la quale dovrebbe essere assunto il composto. In questi casi, meglio consultarsi con uno specialista.

  20. Ines

    3 febbraio 2015 at 21:41

    Salve, ho letto sul blog che il miele perde le proprietà nutrizionali se disciolto in una bevanda calda…qualcuno me lo può confermare? Io lo do spesso a mia figlia nel latte o nel the (non bollente, ma semplicemente caldo). Grazie.

  21. Daniele

    4 febbraio 2015 at 17:51

    Sapevo che la curcuma va assunta sempre associandola ad un pizzico di pepe nero per liberarne il suo principio attivo, la curcumina. Ho visto che nella seconda ricetta è in effetti segnalato. come mai nella prima non se ne fa menzione?

    • admin

      5 febbraio 2015 at 10:42

      Ciao Daniele, non solo il pepe amplifica le proprietà anche il thè verde ad esempio. In ogni caso la curcuma è un concentrato di proprietà che viene potenziato ulteriormente con il pepe, questo non significa che senza pepe non abbia effetto.

  22. laura ciucci

    4 febbraio 2015 at 18:24

    Salve, soffro da tre anni di artrite reumatoide purtroppo e cerco di mangiare alimenti antinfiammatori. La curcuma la uso come condimento nelle verdure. Qual’è la quantità che dovrei assumere giornalmente?Grazie Laura

    • admin

      5 febbraio 2015 at 10:39

      Ciao Laura, noi forniamo informazioni, per cure specifiche, come nel tuo caso è necessario sentire un professionista, un naturopata, un medico specializzato in medicina naturale.

  23. Enrico

    5 febbraio 2015 at 13:51

    Si parla di miele in generale, ma essendocene innumerevoli qualità mi chiedo quale possa essere meglio.

  24. Raffaella

    5 febbraio 2015 at 18:36

    ho letto che la curcuma ha degli effetti positivi sulla memoria. al riguardo vorrei sapere come va assunta

  25. Melutza

    9 febbraio 2015 at 00:19

    La seconda ricetta quanto e quando si puo prendere? Si potrebbe rinunciare al pepe nero o e proprio essenziale?

    • admin

      9 febbraio 2015 at 10:14

      Il pepe nero potenzia le proprietà della curcuma

  26. Ambra

    9 febbraio 2015 at 11:07

    Salve, volevo sapere come conservare i due composti. In frigo oppure a temperatura ambiente? E quanto “durano”?

    Grazie mille

  27. rossana

    17 febbraio 2015 at 17:26

    Scusate, volevo sapere se è vero che la curcuma perde le sue proprieta’ benefiche con il Calore. Grazie

    • admin

      17 febbraio 2015 at 18:11

      Ciao Rossana, la curcuma non teme il calore. Tant’è che come ci diceva giustamente una lettrice e poi verificato il primo processo nasce dalla bollitura del rizoma.

      • maria

        2 marzo 2015 at 15:32

        ciao ho un infiamazione gengivale posso usare questa ricetta.da precisare che sono ipoglicemica

  28. tanja conte

    6 marzo 2015 at 17:13

    Vorrei sapere se io posso assumere la curcuma, visto che sto facendo la terapia di Copaxone x Sclerosi Multipla?

    • admin

      9 marzo 2015 at 09:10

      Ciao Tanja, mi dispiace non possiamo rispondere a questa domanda, non essendo soprattutto medici e non avendo un quadro completo.

  29. Lara

    12 marzo 2015 at 13:16

    Salve volevo sapere se curcuma e miele la posso dare a un bimbo di quasi sei anni e in quali dosi. Grazie

    • admin

      16 marzo 2015 at 17:54

      Salve Lara, la curcuma è sconsigliata ai bambini di età inferiore ai 3 anni, quindi non ci sono problemi a 6, in ogni caso per maggiore scrupolo potrebbe sentire il suo pediatra o un naturopata di fiducia.

  30. concetta

    14 marzo 2015 at 20:11

    o fatto un miscuglio di miele con curcuma cannella e zenzero ne prendiamo 3 cucchiaini la giorno volevo sapere se come miscuglio va bene e per quanto tempo si puo prendere

    • admin

      16 marzo 2015 at 17:49

      Va benissimo come composizione e ne potete prendere tranquillamente senza problemi finchè desiderate, non ha effetti collaterali. Troppa curcuma può dare qualche fastidio a livello gastrico, ma non se diluita in più dosi e giorni

  31. anna

    17 marzo 2015 at 22:51

    Vorrei sapere se il preparato di curcuma e miele dopo tre giorni si deve buttare?

    • concetta

      20 marzo 2015 at 15:15

      ciao sono sempre io concetta, innanzi tutto grazie per la sua risposta, usiamo il composto di miele curcuma e cannella da più di 10 giorni e abbiamo riscontrato dei miglioramenti,però vorrei sapere da lei quanto tempo il contenuto chiuso ermeticamente e tenuto in frigo puo durare? GRAZIE aspetto sua risposta

  32. egidio d'andrea

    23 marzo 2015 at 20:32

    Ho un calcolo alla colicisti ma asintomatico la curcuma la prendo tutte le mattine nello yogurt 1/2 cucchiaino da caffè. posso continuare così grazie

  33. felice

    31 marzo 2015 at 16:09

    Desideravo sapere quanti grammi di curcuma in polvere si può assumere al giorno. Grazie

  34. claudia

    9 aprile 2015 at 18:33

    Salve, ho appena acquistato della radice di curcuma fresca, siccome è la prima volta che la assaggio mi sembra che abbia un sapore strano. ma si cuoce o si fa essicare o si mangia così? Grazie mille in anticipo

    • admin

      11 aprile 2015 at 16:05

      Ciao Claudia, la radice fresca ha un gusto diverso, più delicato rispetto alla curcuma in polvere. La puoi usare come preferisci, fresca, a crudo, o in cottura. Essiccarla non avrebbe senso, visto che si fa anche fatica a trovarla fresca.

  35. renzo

    10 aprile 2015 at 21:16

    Buonaasera volevo sapere la dose del pepe nero dato che non c’è scritto il dosaggio, poi di questo elaborato quando se ne deve prendere al giorno e come, anticipatamente vi ringrazio per le rispoaste

    • admin

      11 aprile 2015 at 16:08

      Ciao Renzo, per il pepe ne basta un pizzico, aiuta a potenziare le proprietà della curcuma. Come dosaggio lo puoi prendere tutti i giorni, anche 2-3 volte al dì, non ha effetti collaterali.

  36. Anna52

    3 maggio 2015 at 10:12

    Buongiorno
    Vorrei sapere se posso utilizzare la ricetta se sono senza bila da 20 anni operata e iperacidita ogni tanto. Grazie

  37. mario

    27 maggio 2015 at 14:34

    io non ho la cistileffea perche’ mi e’ stata asportata a causa della presenza di calcoli; Secondo voi si puo’ assumere la curcuma in questo caso?

  38. sefania

    14 luglio 2015 at 13:51

    E ormai 4 volte he curo il batterio elicobatter non ne posso più di assumere ere antibiotici con il curcuma e altri ingredienti c è modo di eliminare antibiotico

  39. Florentina

    30 settembre 2015 at 16:53

    Buona sera, vorrei sapere per l’artrite come va consumato il preparato di miele curcuma e canella. Grazie mille

  40. Fran

    28 ottobre 2015 at 16:01

    da ricordare che il miele va aggiunto a bevande che siano a temperatura sotto i 40 gradi per non perdere le sue proprieta’ benefiche. A temperature superiori il miele degenera, perdendo gran parte delle proprietà e delle preziose componenti di base, e si riduce pertando a semplice dolcificante. Meglio quindi aggiungerlo a bevande tiepide.

  41. reddina

    12 gennaio 2016 at 15:45

    Buongiorno,vorrei sapere se e’ possibile usare lo zenzero in polvere e se si in che quantita’,e se e’ possibile fare qusto abbinamento; miele, zenzero ,cannella e curcuma tutte in polvere.In che dosi? grazie mille.

  42. Zaira36

    26 aprile 2016 at 20:37

    Salve vorrei fare una domanda gentilmente…io vorrei assumere la curcuma ma poichè spoffro spesso di bruciore di stopmaco ,gastrite e simili,vorrei sapere se assumendo quella col pepe corro rischi di peggiorare il mio stato…perchè assumerla e poi perderne buona parte senza che venga assunta sarebbero solo soldi spesi a vuoto.Inoltre mi chiedevo se sono meglio le compresse o quella in polvere che si acquista anche nei negozi.Grazie mille.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *